ArtiChalk
vai al mio Profilo
vai al mio Piano
Stato di salute

 Quali benefici nel pianificare la nostra dieta giornaliera

 Quali benefici nel pianificare la nostra dieta giornaliera

Lo stile di vita dei nostri giorni è caratterizzato da grande disponibilità di cibo e da una sempre più diffusa sedentarietà che portano a vivere una situazione di apparente benessere psico-fisico che spesso non corrisponde allo stato di salute. 

Le abitudini alimentari caratteristiche dei popoli Mediterranei si sono progressivamente arricchite di alimenti ad alto contenuto di proteine, grassi saturi e zuccheri fino ad eccedere rispetto all’apporto di nutrienti necessario. Durante la giornata le occasioni per consumare cibo si moltiplicano mentre è difficile trovare tempo per il movimento; all’esercizio fisico vengono dedicati pochi minuti al giorno o qualche ora alla settimana. Tutto ciò ha portato ad uno squilibrio tra le calorie assunte attraverso il cibo ingerito (entrate) ed il dispendio energetico (uscite) che si manifesta con un aumento di peso.  Viviamo, quindi, in un’epoca di “apparente benessere” ove accanto all’allungarsi dell’aspettativa di vita si registra anche la crescita del rischio di patologie quali: obesità, malattie metaboliche, cardiovascolari e cancro.

Solide evidenze scientifiche hanno dimostrato che esiste uno stretto legame tra alimentazione e stato di salute. Un’alimentazione equilibrata e uno stile di vita attivo sono degli ottimi alleati per la prevenzione delle patologie cronico-degenerative. La Dieta Mediterranea è considerata, dalla comunità scientifica Internazionale, il modello alimentare in grado di prevenire le malattie non comunicabili; l’elevato consumo, in particolare, di alcuni alimenti (frutta, verdura, legumi, cereali, frutta secca e olio extra vergine d’oliva), il loro contenuto in nutrienti e composti (esempio acidi grassi monoinsaturi, antiossidanti e fibra) sono stati messi in relazione con la riduzione di malattie cardio vascolari, sindrome metabolica e cancro.

Valeria del Balzo